lunedì 28 luglio 2014

Meno decisioni, meno stress

Sono appena tornata dalle vacanze, dove mi sono davvero ricaricata passando soprattutto del tempo prezioso con mio marito ed i miei figli. Ne avevamo davvero bisogno.

In queste due settimane i post pubblicati erano stati da me preparati prima della partenza.

Durante le vacanze non sono riuscita a tradurre molto e quindi vi ripropongo un bel post da me pubblicato a settembre, ma che aveva avuto poche visualizzazioni.

Vi assicuro che il rileggerlo ha fatto molto bene anche a me! Eccolo quindi tutto per voi!
 
Google image


Tutti i giorni siamo chiamati ad affrontare innumerevoli decisioni, alcune più importanti altre meno. Ogni decisione richiede la nostra attenzione ed uno sforzo mentale. Ecco perché un altro modo per semplificare la nostra vita è quello di cercare di lasciare libera la mente da decisioni secondarie e irrilevanti, per dare la nostra attenzione a ciò che è davvero importante.

In particolare le donne, madri e lavoratrici, si trovano caricate di mille incombenze e svariate decisioni da prendere per loro stesse e per la propria famiglia.

Qualche esempio? Cosa fare da mangiare a pranzo e a cena; cosa acquistare; cosa indossare e far indossare ai propri figli, quali lavori di casa fare per primi, quando fare il bucato, etc.
Anche se possono sembrare cose sciocche, tutti questi aspetti richiedono energia, tanto più che anche al lavoro siamo chiamati a scelte ben più importanti.
Qual è allora la soluzione?  Di nuovo la risposta è creare delle routine. Se le cose meno importanti vengono fatte con il "pilota automatico", senza richiedere nessuno sforzo mentale, siamo più pronte ed attente per quelle decisioni che contano veramente.  Potremmo così essere più serene anche quando torniamo a casa, sapendo che le nostre azioni sono già programmate.
Vi cito un esempio ben più rilevante della nostra semplice giornata, tratto dal saggio di  Michael Lewis dal titolo  President Obama’s decision-making process:
E quindi, la giornata del presidente inizia effettivamente la sera prima. Quando si sveglia al mattino ha già tutto pronto. Arriva in palestra al terzo piano della sua casa, sopra la sua camera alle 7.30. Si allena fino alle 8.30 (esercizi un giorno, pesi un altro), poi fa la doccia e si veste con un abito blu o grigio.
"Mia moglie mi prende in giro per come mi sono creato tutte queste routine" dice "C'è bisogno di eliminare quei problemi quotidiani che assorbono  le persone per una parte importante della loro giornata. Ecco perché scelgo di indossare solo abiti grigi o blu. Sto cercando di ridurre al minimo le decisioni; ne ho di ben più importanti da prendere!"
Vengono citate delle ricerche che dimostrano come il prendere decisioni diminuisce la nostra abilità di prenderne altre. Ecco perchè anche  fare shopping può essere stressante.
"Devi focalizzare la tua energia per prendere decisioni. Devi creare routine. Non si può sprecare energia nella giornata con cose assolutamente irrilevanti".
La maggior parte di noi non ha certo la responsabilità di gestire l'economia più importante del mondo, e dato che il mio lavoro è più facile di quello del presidente degli Stati Uniti, anche la mia routine quotidiana può essere più semplice.
Ma il creare una routine per la sera, ed una per il mattino ci aiuta ad esempio ad arrivare più serene al lavoro.

Una cosa che sto trovando molto utile è quella di pianificare "a grandi linee" i pasti della settimana. Per esempio ho deciso che il lunedì cucinerò uova e verdure; il martedì carne e verdure; il mercoledì affettati e verdure; etc.... Non è una pianificazione precisissima, perchè mi lascia il margine di decidere quali verdure scegliere di volta in volta, quale carne etc; ma mi libera dal trovarmi alle sette di sera e  non avere idea di cosa inventarmi per cena.

Anche il preparare gli abiti la sera prima, evita decisioni al mattino presto e ci lascia l'energia per affrontare decisioni ben più importanti. Avendo poi eliminato il superfluo, e avendo lasciato solo quello che amiamo ed usiamo davvero, la scelta risulta meno complicata. Ricordate la regola 80/20?
Ritengo che sia buono anche rompere le routine di tanto in tanto, ma non bisogna lasciare troppo al caso. Se devi portare a termine un lavoro, specialmente qualcosa di creativo che richiede concentrazione, è necessario ridurre altre decisioni da prendere. 

Quando sai già cosa indosserai il giorno dopo, cosa mangerai per cena quel giorno, e qual è il programma della giornata, sarà meno probabile essere distratti da piccole ed inutili decisioni. Potrai iniziare la giornata con le scelte che contano davvero.
Spero che anche questo piccolo consiglio possa essere stato utile.
Meno decisioni, meno stress! Ancora una buona giornata!

6 commenti:

  1. Post utile!
    Buona giornata
    Rossella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima perché trovi sempre il tempo di fare un commento, anche se breve.
      Grazie mi fa molto piacere!

      Elimina
  2. Questa mattina alle cinque con caffè e i tuoi consigli mi è salito il sorriso sulle labbra. Sembrava la risposta al mio messaggio di ieri sera.
    Semplicemente GRAZIE

    RispondiElimina
  3. Niente accade per caso. Sono felice che tu sia riuscita a commentare, comunque ti ho risposto anche su Facebook. Ti auguro una splendida serata! A presto!

    RispondiElimina
  4. Sono assolutamente d'accordo anche se fatico a organizzarmi col cibo:-/
    devo migliorare <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il cibo e la spesa sono due aree che anch'io devo migliorare e voglio assolutamente semplificare. Non sono vere routines ancora, ma solo pianificazioni a grandi linee. Baby steps! Grazie per il commento. Alla prossima!

      Elimina