venerdì 16 febbraio 2018

Febbraio: decluttering 15 minuti al giorno

Il mese di febbraio, nel  programma FlyLady, è dedicato a fare Decluttering per 15 minuti al giorno. 


Semplicità in azione-foto
Elena Ferro 


Non potevo certo lasciarmi sfuggire l’occasione per condividere un ulteriore post.

Sto continuando nel mio processo e l’avere sempre meno cose da gestire mi aiuta anche ad organizzare meglio lo spazio e a capire ciò che mi piace davvero. 
Gli scambi, o i regali di cose che a me non servono più, sono estremamente utili per creare nuovi spazi. Quando lo spazio è più libero è molto facile riorganizzare ciò che rimane. 

Sto sempre di più imparando a raggruppare le cose simili in uno stesso luogo per avere un’organizzazione più razionale ed una migliore gestione dello spazio. 
Ho in progetto anche lavori un po’ più grossi quali le ristrutturazioni dei bagni, ma per ora mi dedico a spazi più piccoli per pochi minuti alla volta. 

È incredibile quanta differenza possa fare lo spendere anche solo 15 minuti al giorno nel risistemare e organizzare quegli angoli che normalmente, nella gestione quotidiana,  si vengono a trovare nuovamente in disordine. 

Oggi mi sono dedicata al mobile dell’ingresso, eliminando scontrini vecchi fogli utilizzati e riorganizzando tutto in piccoli contenitori. Poi mi sono dedicata ai cassetti del mio comodino, eliminando dei collant rovinati e riorganizzando ciò che rimane in contenitori a piccoli scomparti. 

Alcune cose sono state spostate per esempio in bagno e lo spazio torna ad essere ordinato. 

Sappiamo bene che quest’ordine non è eterno, ma proprio perché si vive quotidianamente la casa, gli spazi ritornano ad essere disordinati. Certamente però, come ho già detto, avere poche cose  è un grande aiuto e semplifica notevolmente ogni attività di riordino. 

Sono anche in fase di riorganizzazione della camera di mia figlia che ha un letto doppio, di colore arancione, poco adatto ad una ragazza di 18 anni e ad una mansarda. 

Attraverso i vari gruppi di scambio sto riuscendo a eliminare il letto che ho, che sarà apprezzato da qualche bimbo più piccolo, e a reperire un letto più semplice e più adatto ad una ragazza di 18 anni. 

Vi assicuro che piccoli passi fatti in maniera costante fanno una grandissima differenza. Non sempre come già detto riesco a postare ma il processo è lento e continuo e mi dà grandissime soddisfazioni. 

Talvolta penso che i miei progressi non siano interessanti a sufficienza da essere condivisi ma ogni volta che posso colgo l’occasione. 

Ho fatto qualche piccolo acquisto ai saldi,  soprattutto per mio marito e lui stesso sta diventando davvero bravissimo perché acquista cose nuove ed è ben disposto a lasciare andare ciò che non usa più, ma è ancora in ottime condizioni. 
Sono quindi entrati due nuovi maglioni in cachemire e ne stanno uscendo ben cinque per qualcuno che li potrà ancora utilizzare al meglio. Sono piccole grandi soddisfazioni.
Lasciatemi  i vostri commenti e alla prossima.

martedì 6 febbraio 2018

Decluttering nel giorno libero




Lo scorso fine settimana sono stata particolarmente ispirata dal progetto del garage. Essendo riuscita a ridurre il numero di scatoloni e a creare spazio, ho potuto sistemare gli scaffali e dare una bella pulita.

Il vedere il garage ordinato non appena arrivo a casa, è stato di grande stimolo e venerdì, il mio giorno libero,  sono riuscita ad eliminare altri oggetti. 

Ho portato una borsa di libri di scuola inutilizzati  dai miei figli presso l’associazione missionaria della zona, sperando che possano  farne un buon uso e non vadano a finire in discarica. 

Ho liberato nuovamente l’armadio del corridoio che funge sempre da parcheggio per ciò che deve trovare una nuova destinazione. Ho regalato delle T-shirt e ho portato nei cassonetti gialli almeno cinque asciugamani che ormai non utilizzavo più.  

Si è creato nuovo spazio nel mio armadio del Decluttering. 
Il garage è ordinato e ho eliminato anche qualche piccolo oggetto nei mobiletti del bagno. 

Sembra incredibile quanto stimolante sia il fare ordine, avevo alcuni progetti in mente ma rimanevano stazionari, l’aver messo mano al garage lasciando andare libri e quadernoni dei miei  figli e vedendo il bel risultato, ho ritrovato un nuovo stimolo a liberarmi del superfluo. 

Rimane ora un nuovo progetto che è quello di rendere più presentabile il bagno del piano terra, che è quello utilizzato solitamente anche dagli  ospiti.  Avrei intenzione di cambiare il rivestimento e di trovare un modo per coprire la lavatrice, dato che non mi piace che gli ospiti la vedano appena entrati  nel bagno a loro destinato. 
Sto provando diverse idee, ma nessuna ancora mi soddisfa dato che la lavatrice è particolarmente ingombrante e far fare un mobile su misura per lei con queste attuali misure, risulterebbe uno spreco.

Fondamentalmente sto aspettando che si rompa per acquistarne una nuova meno ingombrante. 

Sono certa che il semplificare i miei spazi mi darà nuove idee, intanto il processo continua con grande soddisfazione e liberazione. Fatemi avere le vostre idee e i vostri commenti.

venerdì 2 febbraio 2018

Decluttering cartaceo e garage

Vi aggiorno sui progressi nel Decluttering cartaceo. Sto leggendo il libro di Lucia Larese sullo Space Clearing  e ho iniziato a rimettere mano al garage. 


Devo ammettere che ho davvero poche cose, ma essendo il luogo che vedo per primo quando arrivo a casa e parcheggio l’auto, mi piacerebbe fosse davvero più ordinato. Sono riuscita perlomeno a mettere mano a delle scatole nelle  quali contenevo i quaderni  dei miei figli delle medie e della scuola elementare, nonché una scatola con diversi biglietti di auguri per le più disparate occasioni da vent’anni a questa parte. 

Il grande progresso è stato che sono riuscita a ridurre il numero delle scatole e a contenere tutto in una scatola soltanto, eliminandone ben tre. Due scatole sono state buttate in discarica per il riciclo, una è in realtà ancora utilizzabile anche se per il momento rimane vuota. So che potrò fare anche di meglio, dato che con il Decluttering non si finisce mai. Mi sono fatta aiutare da mio figlio per la cernita dei quadernoni da conservare. E devo ammettere che lui sarebbe stato molto più drastico di me, ne avrebbe eliminati molti di più. 

Il progetto garage non è terminato, ho il desiderio di creare più ordine, non tanto eliminando ulteriormente, ma contenendo e riorganizzando. Spesso il problema non riguarda me, ma oggetti che appartengono al marito. 

Mi ha fatto molto piacere riuscire a lasciare andare anche numerosi biglietti e bigliettini di auguri talvolta di persone delle quali nemmeno ho il ricordo. 

Anche se non scrivo in maniera regolare, spesso perché la mente è occupata in tante altre cose, il mio processo di semplificazione e eliminazione del superfluo prosegue ad ondate, in certi periodi più proficui ed altri meno. Vi terrò aggiornate e il prossimo progetto riguarda ancora una volta il materiale cartaceo usato per l’archivio a scuola, nella preparazione delle verifiche per le diverse classi. 

Sicuramente rispetto al passato sono riuscita a semplificare notevolmente, ricordo che una volta avrei fatto qualsiasi cosa pur di non dover passare in rassegna la marea di materiale accumulato. Ora invece sono riuscita a catalogare il materiale diviso in cartellone trasparenti di colore diverso per ciascuna classe, ma inevitabilmente l’accumulo  avviene. 

Cercherò di eliminare ulteriormente allo scopo principale di semplificarmi la vita e il lavoro e trovare con più facilità quanto mi serve. Vi aggiornerò,  alla prossima.