giovedì 29 marzo 2018

Operazione bianco totale

Sono finalmente in vacanza per qualche giorno e mi sono lasciata prendere da un nuovo impulso a liberare lo spazio intorno a me. 

Foto via Pinterest-Apartment Therapy 

Il nome “operazione bianco totale” è stato preso da un libro che ho appena finito di leggere e che mi è stato consigliato dalla mia cara amica Patrizia. È un libro che parla di come si possa cambiare nella vita quando lo si decida seriamente. E uno dei primi step da fare è proprio quello di liberare lo spazio intorno a sè e renderlo migliore e più adatto a noi. 

Nello specifico ho affrontato i cassetti della biancheria da letto, li ho completamente svuotati, puliti e verificato quante cose possedevo. Dopo aver ripiegato meglio il tutto, deciso cosa tenere, ho rimesso tutto a posto. Devo dire che ho lasciato andare solo un lenzuolo con gli angoli che non avrei più potuto utilizzare per la fantasia e le misure. 

Ho sistemato anche il cassetto delle tovaglie e accessori per la cucina, ho restituito un centrino a mia madre ed eliminato due guanti da forno rovinati. Sto “contemplando” una tovaglia con decoro tirolese che ha ben 20 anni. È un po’ scolorita ma il tessuto è eccellente, non so se la riuscirò ad eliminare ora, però è il prossimo passo. Nel frattempo mi sono procurata una tovaglia non-stiro e antimacchia in stile shabby-chic di colore grigio. Un piccolo tocco di novità.

Infine sono ripartita all’attacco del garage. Ieri ho svuotato completamente uno scaffale metallico e l’ho ripulito per bene, vi assicuro che ha cambiato colore! Ho cercato di riunire le diverse cose nello scaffale più grande, organizzandole in contenitori chiusi e trasparenti. Alla sera il marito mi dice che pensava di essere entrato nel garage sbagliato da quanto cambiamento c’era stato, e per di più si sentiva anche un buon profumo.

Oggi, non contenta, sono passata ad affrontare lo scaffale più grande. Svuotato, ripulito e ho acquistato un materiale particolare per ricoprire uno degli scaffali che era in legno molto grezzo e che non eravamo riusciti a sistemare le volte precedenti. 

Ho riorganizzato i diversi oggetti sparsi utilizzando al meglio i contenitori che già avevo. Alla fine ne ho acquistato solo uno trasparente della giusta misura per contenere le vernici spray e le ultime cose che non avevano una “casa” adatta. Per ora posso dirmi soddisfatta. Fino al prossimo round. 

Vi auguro una serena Pasqua con i vostri cari...ricordando il dono più prezioso che è Gesù per noi. Ha scelto di portare su di se i nostri peccati e “l’operazione bianco totale” può avvenire nei nostri cuori, se accettiamo con fede il Suo sacrificio e gli chiediamo di perdonarci personalmente. Questa è stata la cosa più meravigliosa che mi sia accaduta e la auguro anche a voi.

Alla prossima.

11 commenti:

  1. Hai ragione il vero dono é accettare con fede il Suo sacrificio, solo così potremmo accettare le grandi sofferenze della vita, queste sono nulla rispetto a quello che ha passato Lui per darci la redenzione. Ti auguro una Santa Pasqua

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Emanuela. Ti penso e prego per te, mi auguro che tu sia più serena e le cose si stiano sistemando. Un abbraccio.

      Elimina
  2. Ciao Elena, ciao Emanuela, é verissimo, prima di tutto il rinnovamento deve radicarsi nei nostri cuori e nei nostri convincimenti. Poi, le nostre azioni ne saranno solo lo specchio esteriore. Liberarsi dal superfluo dentro per poi - anche - tradurlo in più armonia fuori e attorno a noi.
    Hai fatto un grandissimo lavoro in questi giorni di riposo, Elena, bravissima! Felice santa Pasqua a tutte. Fior

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Fior per i tuoi commenti. Li apprezzo tanto e mi fa così piacere sapere che anche tu stai seguendo questo viaggio per la semplicità. A presto. Goditi questi giorni con i tuoi cari.

      Elimina
  3. Buona Pasqua a te, Elena!
    Posso sapere il titolo del libro da cui hai preso questa espressione? Ne ho letti diversi sull'argomento ma mi sembrano un po' tutti uguali.
    Grazie e buon proseguimento!
    Federica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Federica il libro è un romanzo di Raphaëlle Giordano. Trovi l’immagine del libro con il link ad Amazon in alto a destra. Si chiama “La tua seconda vita inizia quando capisci che ne hai una sola “. È un romanzo ma dá utili insegnamenti che vanno adattati alle nostre esigenze. Si legge tutto d’un fiato. Grazie per il tuo commento.

      Elimina
    2. Grazie mille :)

      Elimina
  4. Sono contenta che il libro ti sia piaciuto e che ti abbia dato spunto per ulteriori cambiamenti; poi sai che la parola "bianco" in casa ha un certo fascino per me. Complimenti per il lavoro fatto in garage, per me rimane ancora un sogno visto che quello è territorio del maritino. Però ieri sono riuscita a realizzare il mio progetto di creare un angolo stireria in taverna. Dopo essermi chiesta se volessi veramente tenere l'asse da stiro sempre aperta oppure riporta in un armadio dopo l'uso, ho optato per la seconda opzione. Così mi sono messa d'impegno a spostare cose, a liberare spazio, a riorganizzare e sono riuscita a trovare una soluzione ottimale. Ho anche eliminato vecchi ritagli di riviste sull'arredamento (come passano in fretta le mode e quanto cambiano i nostri gusti!) e ho trovato alcuni libri da donare. Un altro piccolo passo nel lungo cammino della semplificazione.
    Auguro anche a te e alla tua famiglia una Serena Pasqua!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Patrizia è incredibile il fatto che quando ci mettiamo in testa qualcosa riusciamo a portarla a termine, marito permettendo. Sono felice che tu sia riuscita nel tuo intento di riorganizzazione della lavanderia. Mi mostrerai al più presto il risultato. L’idea di cercare di modificare lo spazio intorno a me nel modo più adatto, mi piace molto. È un continuo stimolo e un processo che procede a gradi. Ci aggiorniamo presto. Un grande abbraccio e tanti auguri a voi.

      Elimina
  5. Ciao Elena, sto leggendo "tutto a posto" di Daniela Faggion che mi sembra una guida molto pratica senza gli estremismi di Konmari. Volevo segnalartelo. A presto, Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paola per il tuo consiglio. Lo leggerò al più presto. Grazie mille per il tuo commento.A presto.

      Elimina