venerdì 30 settembre 2016

Decluttering e benessere.

Avevo già parlato in passato delle gioie del decluttering nel post Decluttering che gioia! 

Grecia - Foto Anna Berra

In questi giorni ho ripensato al fatto che il liberarsi del superfluo, talvolta diviene per me una necessità. Quasi un atto terapeutico. 

Quando ho molta confusione intorno a me, troppe cose a cui pensare o da ricordare, trovo molto sollievo nel sistemare qualche angolino della casa o semplicemente nell'eliminare qualcosa. 

Vi lascio di seguito alcuni dei motivi per cui il lasciare andare ciò che non ci serve più, ci fa stare così bene. 

  1. Lo spazio fisico e lo spazio mentale sono strettamente legati. Essere circondati dal disordine, ci rende difficile mantenere la concentrazione e ci mette di cattivo umore. Ecco perché è consigliabile, quando si decide di eliminare e riordinare, partire dalle zone della casa in cui trascorriamo più tempo.
  2. Talvolta liberarci dei ricordi del passato, può essere molto positivo. Lasciare andare quel materiale per un progetto che avevamo, ma non abbiamo mai realizzato, ci alleggerisce del senso di colpa.
  3. Riuscire a prendere decisioni su ciò che ci serve e lasciare andare il resto, aumenta la nostra autostima. Ci dà la sensazione di un maggiore controllo.
  4. Avere meno cose, da gestire ci semplifica la vita. E' più facile pulire, sistemare, e ritrovare ciò che ci serve al momento opportuno.

3 commenti:

  1. Grazie al fatto di avere molte meno cose di cui occuparmi ho ripreso un mio hobby che non praticavo più da tanti anni. Gioie e benefici del decluttering ☺ - Buon sabato!

    RispondiElimina
  2. Sono anche io dell'idea che lasciare andare il superfluo ci aiuta a concentrarci sull'ineressanta..grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Ersilia per aver lasciato il tuo commento. Sono felice che questa sia anche la tua esperienza. Andiamo avanti, un passo alla volta. Buona domenica.

      Elimina